Trentadue

“Brace di fuoco di accampamento appena spento 
Piscio di tigre tenuto almeno una notte al vento 
7 capelli di sette uomini raccolti all’alba sopra un cuscino 
Un pezzo della corteccia dell’albero dove giocavi a nascondino 
Una moneta di un paese lontano che il nome non sappia pronunciare 
4 granelli di terra rossa raccolti nell’ africa equatoriale 
Cuoio tagliato dalla cintura di un prete pieno di tormenti 
Soffio di donna bellissima coi piedi stanchi e il mal di denti 
Cinque fili di barba bianca di un vecchio al bar con gli amici di una vita 
Un frammento di specchio del bagno della stazione da dove è partita 
La polvere che si deposita dentro all’orlo dei tuoi jeans più amati 
E l’acqua della pozzanghera del posto dove vi siete incontrati 
3 gocce di sputo di donna incinta di un uomo che non la ama 
Una piuma del collo di un pappagallo chiuso nello zoo di roma 
Un centimetro quadrato del giornale uscito per il tuo decimo compleanno 
Un pezzetto di carta bruciata di un petardo di capodanno 
Tre gocce di sudore di un maratoneta a inizio carriera 
Un pò di acqua dove una mamma ha lavato i piatti ieri sera 
Un frammento della tua prima pagella di prima elementare 
L’orario degli aerei dell’anno che sta per cominciare 
La pallina del fischio dell’arbitro un pezzo di tappo di spumante 
Una pagina del libro di scienza di cui non sai niente 
Un filo di erba dove sopra è passato da poco un leone 
E la freccia che abbassa il volume al telecomando della televisione 
La polvere depositata nel filtro dell’aria condizionata 
di una centrale di polizia il giorno dopo una grande retata 
12 petali della rosa che hanno sedotto una corteggiata 
Mettici anche un chicco di sale di una tua lacrima evaporata 
Il biglietto del concerto dove hai capito che la vita è bella 
Schiuma di birra olio d’oliva una foto astronomica di una stella 
Sangue fresco di una ferita olio di fegato di caimano 
Quello che resta dopo una lotta sotto le unghie della tua mano 
Polvere di computer zampe di ragno tre euro in fishes del casinò 
Gomma di ruota spalmata a terra nella ripresa dopo uno stop 
Merda di lupo di un altopiano bianco di striscia pedonale 
Il polline di un fiore portato alla tua nonna in ospedale 
L’ultima pagina di Pinocchio la prima pagina dell’ ecclesiaste 
Il nastro arricciato che la domenica lega il vassoio delle paste 
Pietra grattata del partenone gancio che fissa il reggiseno 
Tre gocce d’acqua del tuo bicchiere raccolte quando è mezzo pieno.”

Lorenzo -Jovanotti- Cherubini

Annunci

One thought on “Trentadue

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...